Casinelli. Revocati i Domiciliari

L’ex presidente della Federlazio di Frosinone non deve più sottostare ai domiciliari.

 

Il Tribunale Collegiale di Reggio Calabria ha infatti accolto l’istanza di remissione in libertà.

 

Alessandro Casinelli è imputato per bancarotta.

L’accusa è quella di aver comprato per poi portare in fallimento la clinica calabrese Villa Aurora. A seguito dell’ultima udienza però gli Avvocati Nicola Ottaviani e Marco Gemelli (in sostituzione dell’Avv. Antonio Managò) hanno escusso gli ultimi testimoni indicati dal pubblico ministero.

 

Sono così riusciti a dimostrare come la Clinica versasse in condizioni di insolvenza già prima del 2014 (data dell’acquisto da parte di Casinelli).

 

Quindi l’ex presidente di federazioni non avrebbe potuto causare il fallimento e soprattutto la bancarotta della struttura sanitaria. Il processo riprenderà in autunno, quando verranno ascoltati i testimoni ed i consulenti tecnici indicati dalla difesa.

 

Saranno loro a confermare ulteriormente come l’imprenditore del frusinate abbia tentato di salvare sia le maestranze, sia il patrimonio societario, in funzione dell’interesse dei creditori.

Scrivi commento

Commenti: 0