Crac Villa Aurora. Pene Ridotte in Appello

Crac Villa Aurora.

 

Pene ridotte in Appello per Giorgio Rea e per la compagna Patrizia Ferri.

 

Assolti dal reato di associazione a delinquere hanno dovuto rispondere soltanto di bancarotta.

 

In primo grado Rea era 

stato condannato a sei anni di carcere. Adesso la pena è stata ridotto a 4 anni e 8 mesi. Per la compagna la pena è stata ridotta da tre a due anni. Revocata inoltre l'interdizione dai pubblici uffici.

 

Tornando a Rea non potrà mettere in atto alcuna attività di impresa per 4 anni. La Ferri per due anni. Riconosciuto anche in Appello il risarcimento nei confronti di Alessandro Casinelli ex socio di Rea.

 

La vicenda di Villa Aurora di Reggio Calabria venne fuori a seguito di una inchiesta della Guardia di Finanza nel 2018. Secondo le accuse la società della struttura sanitaria venne svuotata di tutto il denaro e portata al dissesto finanziario.

 

Un danno che, secondo gli investigatori, venne quantificato in 12 milioni di euro. Ma se in questo procedimento Casinelli è parte lesa l'ex presidente della Federlazio è imputato in un altro procedimento penale dove ha chiesto il rito ordinario.

 

Casinelli è difeso da Nicola Ottaviani. Rea e Ferri erano invece difesi dagli avvocati Ivano Nardozi e Francesco Albanese.

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Asc (domenica, 21 febbraio 2021 12:43)

    Forse solo ex presidente Confidi Lazio.

  • #2

    La bucia (domenica, 21 febbraio 2021 14:11)

    Che barzelletta questa storia
    Forse neanche eduardo de Filippo riusciva a fare una commedia teatrale così all 'altezza dei personaggi coinvolti.
    Una commedia teatrale tra fantasia e fantascienza.
    Sarà la giustizia divina a fare chiarezza