Rapisce il Figlio. Il Ragazzo lo Difende

Frusinate arrestato per aver rapito il figlio.

 

Il ragazzo difende il padre.

 

Si tratta di Marco 

Ferrarelli il 53enne arrestato nei giorni scorsi per sottrazione di minore dalla polizia di Lille in Francia. L'uomo nel 2011, dopo aver appreso che Tribunale dei Minorenni gli aveva tolto la responsabilità genitoriale aveva preso il bambino all'uscita di scuola. Da quel momento di lui si erano perse le tracce.

 

Mercoledì scorso a seguito di minuziose indagini sono scattate le manette ai suoi polsi. Ma il figlio che si trova ancora in Francia e che viene seguito dai servizi sociali, non avrebbe alcuna intenzione di tornare dalla mamma e difende a spada tratta il genitore dicendo che il padre lo ha ben educato ed ha fatto di tutto per dargli un'ottima istruzione.

 

Al momento l'avvocato Tony Ceccarelli che difende l'arrestato sta puntando a dimostrare che il suo assistito non si è mai nascosto. Tant'è che ha sempre mantenuto la sua utenza telefonica attraverso la quale il figlio poteva contattare la madre e non ha mai cercato di cambiare identità.

 

In Venezuela, in Spagna e ultimamente in Francia ha sempre lavorato onestamente prendendo la residenza in ogni nazione dove ha abitato. Per quanto riguarda la posizione di Ferrarelli il tribunale di Frosinone lo aveva condannato a 3 anni di carcere per sottrazioni di Minore.

 

Ma adesso il suo legale difensore ha presentato appello e il processo verrà discusso davanti ai giudici Capitolini. Il rientro in Italia del frusinate è previsto nei prossimi giorni.

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    cinico (lunedì, 28 dicembre 2020 12:08)

    "Tant'è che ha sempre mantenuto la sua utenza telefonica attraverso la quale il figlio poteva contattare la madre e non ha mai cercato di cambiare identità."

    Se io fossi il giudice valuterei questo elemento chiave.

  • #2

    Rossetti (lunedì, 28 dicembre 2020 13:54)

    Conosco Marco e posso dire senza dubbio che è una persona a modo e che non merita tutto questo. Uscire dalla setta di Geova ha fatto benissimo.

  • #3

    cinico (lunedì, 28 dicembre 2020 13:55)

    Immaginavo che ci fosse qualcosa di esoterico in questa vicenda, troppo strana...

  • #4

    FLAVIA R. (martedì, 29 dicembre 2020 14:39)

    OTTIMO PADRE ce ne fossero in giro uomini come lui che a suo tempo ha lasciato il lavoro, la casa, gli amici....la sua citta'...i parenti...ha riniziato la sua vita da zero....tutto questo per non lasciare il figlio agli assistenti sociali...ci sarebbe da dargli un premio e lasciare il carcere a chi lo merita..!!

  • #5

    cinico (martedì, 29 dicembre 2020 18:10)

    Ho avuto modo di approfondire questa faccenda e sono pienamente d'accordo con quanto ha scritto FLAVIA R. Spesso si finisce in dei meccanismi perversi di difficile gestione, che la magistratura non contempla, dall' alto del proprio supremo potere...

  • #6

    max (martedì, 29 dicembre 2020 18:15)

    Forza Marco !
    non ti conosco ma da quanto leggo sono con te al 100%

  • #7

    Uno (martedì, 29 dicembre 2020 19:23)

    Bravo papà,alla fine il mostro è la mamma!!hai fatto benissimo a portarlo via

  • #8

    Jaimara (giovedì, 14 gennaio 2021 12:37)

    Conosco molto bene Marco senza dubbio posso dire che è un uomo straordinario, un buon padre, un buon amico, un buon partner, non capisco come ci siano persone a cui piace vivere facendo il male, penso che le persone che hanno logica saranno d'accordo con lui. Ti amo Marco