La Truffa del Soldato Innamorato

Lo aveva conosciuto sui social.

 

Lui si spacciava per soldato americano che si era innamorato di lei.

 

Lei è una signora di 53 anni di Piedimonte San Germano.

Aveva creduto veramente a tutto ciò che lui raccontava. Di essere un ufficiale delle forze armate statunitensi impegnato in missioni di pace in Medio Oriente. Che fosse perdutamente innamorato di lei e voleva incontrarla a tutti i costi.

 

Gli aveva creduto a tal punto che per incontrarlo aveva sborsato 13 mila 700 euro. I soldi erano necessari (così diceva "o' surdato 'nnammurato") per svincolare una rimessa di denaro del militare a lei inviata per la futura convivenza.

 

I soldi erano però bloccato presso fantomatici uffici doganali. Tutto falso. Quando però la donna si è resa conto del raggiro era troppo tardi. Così si è rivota ai carabinieri. 

Dalle indagini è così emerso che il profilo digitale del sedicente ufficiale era stato realizzato rubando l’identità digitale di un vero Ufficiale appartenente all’Esercito degli Stati Uniti d’America.

 

I conti correnti risultavano invece intestati a due persone.

 

Si tratta di un 38enne ghanese residente in Inghilterra e un 23enne cittadino nigeriano residente in provincia di Torino. E non era neppure la prima volta che i due usavano il giochino del finto soldato americano innamorato.

 

Nell’arco temporale di 3 mesi gli stessi avevano truffato tante altre donne sole o con situazioni sentimentali complicate, per una cifra di quasi 70 mila euro complessivi. I due sono stati quindi denunciati per truffa e sostituzione di persona aggravata e in concorso

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Maria Emilia (venerdì, 22 gennaio 2021 14:41)

    Oh Signore ;ma come può una donna sana di mente cadere in questo tipo di truffa! Come ci si può innamorare"perdutamente di una persona mai vista o conosciuta?

  • #2

    cinico (venerdì, 22 gennaio 2021 14:55)

    La solitudine Maria, la solitudine e la disperazione. Purtroppo è una vera tecnica/truffa collaudata e ben oleata, come ha fatto bene a specificare la Redazione. Ne ho già lette diverse di queste esperienze.

  • #3

    Chissà (venerdì, 22 gennaio 2021 15:36)

    sarà una questione di arrupamento?

  • #4

    Maria Emilia (venerdì, 22 gennaio 2021 18:25)

    Cinico,ci sono tanti modi per combattere la solitudine :volontariato per esempio!

  • #5

    Jack (venerdì, 22 gennaio 2021 18:36)

    È vero, bisogna donarsi e far felici tanti bisognosi.

  • #6

    cinico (venerdì, 22 gennaio 2021 19:04)

    Hai ragione Maria, magari noi siamo fortunati perchè abbiamo un compagno o una compagna al nostro fianco. Purtroppo ci sono persone sole che sognano di averne uno, e vivono una situazione di fragilità emotiva che può spingerli ad aprirsi in modo superficiale, maturando e coltivando la speranza di realizzazione del proprio sogno/bisogno che può portarli a queste drammatiche esperienze.

  • #7

    Maria Emilia (venerdì, 22 gennaio 2021 21:59)

    Sono d'accordo con te,cinico ;l'essere umano non è fatto per stare da solo però bisogna stare .molto attenti :ci sono indi idui senza scrupoli sempre in agguato!

  • #8

    cinico (venerdì, 22 gennaio 2021 22:13)

    Ho una cara amica, che è venuta ad abitare a Frosinone da 4-5 anni, ora non ricordo in modo preciso. È un insegnante di scuola superiore. È sempre stata molto sola, spesso vedeva in me e mia moglie dei veri fratelli ai quali aggrapparsi per bisogno o necessità. Beh, per farla breve, non le sono capitate storie del genere, ma ne ha passati di guai. Problema, la solitudine, la fragilità e la disponibilità a credere che siamo tutti buoni, aperti al dialogo e pronti ad aiutare. Non è così, e quando sei solo, per una donna spesso è drammatico, è davvero triste.

  • #9

    Maria Emilia (sabato, 23 gennaio 2021 10:20)

    Anche io conosco tante persone cosi; una in particolare a me molto vicina!Conosco bene il loro dramma quando si sentono prese in giro da coloro ai quali avevano dato la loro fiducia!

  • #10

    cinico (sabato, 23 gennaio 2021 10:41)

    Purtroppo è una triste realtà. Che solo chi la vive di persona, o chi la vive di riflesso, stando a fianco di chi la subisce, può percepire.

  • #11

    Bravo (domenica, 24 gennaio 2021 19:17)

    cinico! Dici bene come al solito!

  • #12

    cinico (domenica, 24 gennaio 2021 22:04)

    Grazie, purtroppo è così.